Data evento: 

Giovedì 26 Maggio 2016

 

 

Giovedì 26 maggio 2016,  ore 18.00
Accademia dei Concordi - Biblioteca, Sala degli Arazzi
Piazza Vittorio Emanuele II, n.14 - Rovigo

 

Le fiabe venete e i legami con il territorio

Daniela Zamburlin, Giornalista e studiosa di tradizioni popolari
 

Letture a cura di Sarah Lanzoni

 

In collaborazione con l'Accademia dei Concordi, Rovigo
Il Maggio dei libri 2016

Senza tempo e senza luogo, per secoli affidate solo all’esile filo della voce, le fiabe sono miracolosamente giunte fino a noi conservando intatto il loro fascimo e il mistero della loro provenienza.

Nate in chissà quale tempo e in luoghi diversi esse sono comunque in grado di restituire al lettore numerose informazioni sulla loro genesi temporale e geografica.
Esse infatti sono imbevute dell'umore della gente e della terra in cui si sono sviluppate, ne riflettono il modo di vivere, di lavorare, di parlare, abitudini vecchie di secoli, antiche storie e nuovi avvenimenti.

La fiaba assorbe inevitabilmente qualcosa del luogo in cui è raccontata: paesaggi, colori, riferimenti al cibo, alla flora ed alla fauna, usanze, echi di feste, molte altre cose.
Quanto più è imbevuta di questo qualcosa tanto più si può collocare in un luogo o in un altro e dirsi veneta o veneziana piuttosto che siciliana, toscana, o ligure.

______________________________

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
 

Accademia dei Concordi - Biblioteca, Sala degli Arazzi
Piazza Vittorio Emanuele II, n.14 - Rovigo
Vedi la Mappa per arrivare.